Berna, 28.11.2023 – Svizzera e Italia hanno convenuto, tramite accordo amichevole di durata determinata, che, a partire dal 1° gennaio 2024, i lavoratori frontalieri potranno svolgere al massimo il 25% della loro attività di lavoro dipendente in modalità di telelavoro presso il proprio domicilio nello Stato di residenza, senza che ciò comporti una modifica dello status di lavoratore frontaliere. L’accordo amichevole si applica esclusivamente ai lavoratori frontalieri ai sensi dell’articolo 2, lettera b) dell’accordo del 23 dicembre 2020 tra la Svizzera e l’Italia relativo all’imposizione dei lavoratori frontalieri (accordo frontalieri 2020), ivi inclusi a coloro che beneficiano del regime transitorio previsto all’articolo 9 dell’accordo. La Svizzera e l’Italia firmeranno entro il 31 maggio 2024 un protocollo che modifica all’accordo frontalieri 2020 con una disposizione sul telelavoro di identico tenore. Si raccomanda di specificare nel contratto di lavoro l’applicabilità del diritto svizzero.